notiziario  1999

  FOGLIO  INFORMATIVO  n. 8  -  novembre  1999  

 

Carissimi amici,

questa volta il nostro appuntamento annuale coincide con il solenne Compleanno di Ges¨ (che la Chiesa festeggia come Giubileo per un intero anno, dopo averci preparati durante questi ultimi tre anni).

Infatti, dopo aver festeggiato lo scorso 25 marzo i 2000 anni da quando Dio si Ŕ fatto uomo nel seno di Maria, ci stiamo ora preparando a festeggiare, il prossimo 25 dicembre, i 2000 anni dalla sua nascita a Betlemme.

Ma la "bella notizia" comprende, oltre alla Sua incarnazione e alla Sua nascita, anche la Sua morte e risurrezione. Il grande vero annuncio infatti Ŕ questo: il Cristo Ges¨, vero Dio veramente incarnato e nato come uomo, Ŕ veramente morto ed Ŕ veramente risorto! Tutta la nostra pace Ŕ fondata su questa certezza: per la nostra eterna felicitÓ l'Amore di Dio ci ha creati e, per salvarci dalle conseguenze della nostra colpa, l'Amore di Dio ci invita ad accettare liberamente la Sua incarnazione e risurrezione. ╚ questo Ges¨ Cristo tuttora vivente che noi festeggiamo, non un personaggio esistito solo nel passato!

croce gloriosa eretta dai monaciLo scorso Venerdý Santo  (il 2 di aprile),  abbiamo voluto innalzare nella notte dei nostri giorni una grande croce luminosa di  acciaio (con il piedistallo: circa 9 metri), proprio per ricordare questo messaggio a noi, a quelli che abitano nella nostra vallata, agli amici che hanno i nostri stessi ideali, ai pas-santi, ai pellegrini: il Cristo che Ŕ veramente risorto attende oggi a braccia aperte tutti gli uomini con la sua comprensione, la sua misericordia, la sua salvezza, il suo Amore.

A cinque anni dal nostro arrivo nella Diocesi di Piacenza-Bobbio il nostro rudere non Ŕ ancora abitabile, ma questo non incide sulla nostra vita monastica, la quale procede regolarmente, nello spirito di san Benedetto, in continuo riferimento alla presenza di Ges¨ nell'Eucaristia.

La piccola portineria e una stanzetta per gli ospiti hanno migliorato la nostra modesta accoglienza.

Condividiamo spesso, con amici e visitatori, il nostro silenzio e la nostra preghiera liturgica (con preavviso telefonico ai pasti: alle 12,30 o alle 20). Preghiamo sempre per voi e per i vostri Cari (se volete, potete segnalarci vostre intenzioni particolari).

╚ nato il gruppo degli Oblati, che vivono nel mondo lo spirito di san Benedetto legati al nostro monastero, composto da celibi e da varie coppie con numerosi bambini .

Prepariamo i nostri cuori a festeggiare Ges¨ Cristo: il modo migliore consiste nell'accettare l'aiuto, il perdono, la salvezza che Egli ci offre.      GridiÓmogli : MaranathÓ! Signore vieni!  Vieni presto!

Questo Ŕ il nostro augurio fraterno per voi in questi santi giorni.        

L'abbate Giovanni e i monaci

Monte Monastero, 21 novembre 1999  -  SolennitÓ di Cristo Re

torna al testo